Ecco come il mercato delle criptovalute può superare i suoi problemi macroeconomici

Xegex

Gli investitori in criptovalute quest’anno stanno camminando sul filo del rasoio, che sembra estendersi al ciclo ribassista più lungo nella storia delle criptovalute. Questa ansia può sembrare esaurita per i veterani delle criptovalute, ma quest’anno siamo entrati in un territorio completamente nuovo?

Innanzitutto, stabiliamo il punto di riferimento corretto rivisitando i cicli ribassisti passati che si manifestano attraverso i ribassi dei prezzi di Bitcoin.

Esaminata la Bear Road di Bitcoin

A 13 anni e 8 mesi, Bitcoin sta entrando nell’adolescenza. Fino a febbraio 2017, Bitcoin deteneva il 95% del dominio totale della capitalizzazione di mercato delle criptovalute, che da allora è sceso al 40%, a settembre 2022. In altre parole, per il 62% dell’intera esistenza del mercato delle criptovalute, Bitcoin ha completamente dominato la scena.

Questo potrebbe cambiare quando Ethereum completa la sua transizione da proof-of-work a proof-of-stake. Tuttavia, anche al di sotto della metà del dominio, Bitcoin è ancora la criptovaluta dominante. Eppure, allo stesso tempo, l’intero mercato delle criptovalute si muove con Bitcoin.

Per questo motivo, è importante vedere quanto tempo sono durati i precedenti cicli ribassisti. Tieni presente che l’asset deve diminuire di almeno il -20%, seguito da un sentimento di mercato molto negativo, per costituire un “mercato ribassista” in senso tradizionale.

  1. Nel giugno 2011, Bitcoin ha subito la sua prima crisi ribassista, crollando da $ 32 a $ 2.
    Durata: 163 giorni con un calo del -93%.
  2. Nel novembre 2013, Bitcoin si è schiantato per la seconda volta, proprio mentre ha superato per la prima volta il traguardo dei $ 1.000, scendendo a $ 230. Durata: 410 giorni con un calo del -86%.
  3. Riprendendosi dal secondo ciclo ribassista a gennaio 2017, Bitcoin ha raggiunto i 20.000$, ma a dicembre 2018 è crollato a 3.200$. Durata: 411 giorni con un calo del -82%.
  4. Dopo aver recuperato il precedente traguardo di $ 20.000, Bitcoin è arrivato a $ 63.000 nell’aprile 2021. Poco dopo, ha continuato a scendere in tre mesi a $ 29.000. Durata: 90 giorni con un calo del -54%.
  5. Raggiungendo ATH nel novembre 2021 a $ 68,7k, Bitcoin è sceso sotto i $ 20k diverse volte nel 2022 per la prima volta da novembre 2020. Durata: in corso, ma finora, oltre 309 giorni con un calo del -72%.

Sebbene ci fossero manifestazioni mensili/settimanali, furono di breve durata. Sono stati stimolati da pietre miliari dell’adozione istituzionale o dagli acquisti di balene crittografiche. In genere, i mercati ribassisti nel mercato azionario tradizionale durano 289 giorni.

Tuttavia, non solo il mercato delle criptovalute è esistito per una frazione della sequenza temporale del mercato azionario tradizionale, ma si occupa anche di nuovi asset digitali. Per questo motivo, la proiezione per la fine del quinto mercato ribassista dovrebbe tener conto dei suoi principali driver.

Cosa guida l’attuale mercato degli orsi di criptovalute?

Fortunatamente, è estremamente trasparente il motivo per cui la capitalizzazione di mercato totale delle criptovalute si è ridotta del -53% durante il 2022. Riguarda la gestione del pool di liquidità della Federal Reserve. Dal rallentamento economico alimentato dalla pandemia, iniziato nel marzo 2020, la Fed ha pompato l’economia per un valore di $ 5 trilioni, il più grande aumento stimolante nella storia del dollaro.

Mentre questo overflow di liquidità si è fatto strada nelle criptovalute, DeFi e NFT, il lato più brutto ha iniziato a sollevare la sua brutta testa: l’inflazione. Il duplice obiettivo dichiarato dalla Fed è di mantenere bassa sia l’inflazione che la disoccupazione. Dopo che l’indice dei prezzi al consumo (CPI) è salito all’8,5% a marzo, la Fed ha utilizzato lo strumento dei tassi dei suoi fondi federali per rendere più costosi i prestiti.

A marzo, il misero aumento della Fed è stato di soli 25 pb. Ma, sul punto di raddoppiarlo da aprile a maggio, sia le azioni che le criptovalute sono entrate in una spirale discendente. Aggiungendo due ulteriori aumenti di 75 bps a giugno e luglio, il mercato delle criptovalute ha continuato a crollare, un livello di supporto alla volta.

C’è una lezione preziosa da imparare qui sulla natura delle risorse digitali, in particolare Bitcoin. Le persone possono parlare come se Bitcoin facesse questa o l’altra cosa, reificandola come entità. Tuttavia, in fin dei conti, Bitcoin non è altro che una piattaforma per l’input umano.

E le reazioni degli umani sono in linea con i più grandi motori, il mercato azionario più pesantemente capitalizzato. A sua volta, il mercato azionario ha una relazione avvincente con la Fed per la sua offerta di prestiti a basso costo. Inoltre, Bitcoin non è una copertura contro l’inflazione in quanto tale, ma contro la domanda di dollari.

Quando la Fed ha iniziato a girare il rubinetto della liquidità del dollaro, ha reso il dollaro più prezioso perché altri paesi dipendono da esso. Pertanto, altri paesi devono acquistare più dollari contro le loro valute nazionali che si stanno svalutando. Ciò è stato ampiamente dimostrato dal crollo dello Sri Lanka quando ha esaurito le riserve in USD.

Inoltre, dopo che l’Europa ha sanzionato la Russia, è caduta in una grave crisi energetica, facendo crollare l’euro sotto il dollaro, per la prima volta in vent’anni. Rispecchiando questo, i flussi di scambio di Bitcoin sono scesi ai minimi pluriennali.

Di conseguenza, sebbene l’offerta di dollari sia aumentata, facendo aumentare l’inflazione, la sua domanda internazionale è inesorabile. Ora è chiaro che Bitcoin, in quanto avanguardia del mercato delle criptovalute, non è attrezzato per affrontare un dollaro in rafforzamento nonostante l’inflazione – o no?

Spazio all’ottimismo nei mercati emergenti

Può sembrare che il mercato delle criptovalute sia in balia della Federal Reserve, in particolare di come l’azione della banca centrale influisca sul mercato azionario e sul dollaro. Potrebbe sembrare che la Fed abbia già ripristinato il mercato delle criptovalute. Tuttavia, sulla base del recente rapporto di Chainalysis sull’adozione globale delle criptovalute in 154 paesi, l’indice di adozione di base è ancora al di sopra del mercato rialzista dell’estate 2020.

I dati suggeriscono anche che molti grandi investitori non hanno realizzato le proprie perdite. Ciò impedisce al mercato delle criptovalute di un ulteriore crollo del supporto dei prezzi. Sul fronte inflazionistico fiat, le notizie sono ancora migliori. Gli investitori più propensi ad acquistare criptovalute provengono da paesi colpiti dalla forza del dollaro.

Tuttavia, affinché la prossima ondata di investitori in criptovalute sollevi il mercato dalle grinfie dell’orso, è necessario fare molto lavoro nel dipartimento dell’istruzione. In media, gli intervistati di Gemini contano su risorse educative il doppio rispetto alla raccomandazione di un amico.

Le preoccupazioni più comuni sono la sicurezza della custodia, come utilizzare/acquistare con criptovalute, fiducia e mancanza di sostegno governativo. Tali preoccupazioni sono risolvibili attraverso l’istruzione. A sua volta, anche la preoccupazione per la volatilità si risolve da sola grazie a una maggiore adozione.

Chiarezza normativa

Oltre all’istruzione, oltre un terzo degli intervistati cripto-curiosi di Gemini (non ancora in possesso ma intenzionato) ha affermato che la regolamentazione è una delle principali preoccupazioni. Ciò include il trattamento fiscale e la classificazione delle risorse digitali come merci o titoli.

La Securities and Exchange Commission ha approfittato del vuoto normativo negli Stati Uniti, implementando una politica di “regolamentazione mediante applicazione”. Nel frattempo, Gary Gensler, presidente della SEC, ha alluso più volte che solo Bitcoin ed Ethereum dovrebbero essere considerati come commodities, che sarebbero quindi sotto la supervisione della CFTC meno gravosa.

“Dei quasi 10.000 token nel mercato delle criptovalute, credo che la stragrande maggioranza siano titoli. Le offerte e le vendite di queste migliaia di token di sicurezza crittografica sono coperte dalle leggi sui titoli”.

Gary Gensler alla conferenza SEC Speaks del Practicing Law Institute

Allo stesso modo, il crollo di Terra (LUNA) potrebbe fornire ai legislatori le munizioni necessarie per imporre norme rigorose sulle risorse digitali. È probabile che ciò provenga dalle linee guida del GAFI, che raccomandano che tutte le transazioni crittografiche siano tracciabili e segnalabili. In particolare, dai wallet non detentivi agli exchange centralizzati.

Indipendentemente dal fatto che queste misure siano positive o negative, la stessa chiarezza normativa eliminerebbe un importante ostacolo all’adozione globale delle criptovalute. Come bonus extra, eliminerebbe la “mancanza di sostegno del governo” dal tavolo del concerto. Dato l’ordine esecutivo di marzo del presidente Biden sullo “sviluppo responsabile” delle risorse digitali, il 2023 sarà probabilmente l’anno decisivo per la regolamentazione delle criptovalute.

Se c’è chiarezza normativa, lo scenario è già pronto per un’adozione istituzionale diffusa. BlackRock, il più grande asset manager del mondo che gestisce 9,4 trilioni di dollari di asset, ha scelto Coinbase come sua interfaccia crittografica per potenzialmente centinaia di ETF. Sappiamo già che gli ETF Bitcoin stanno diventando sempre più popolari perché lasciano la custodia in mani istituzionali.

Gioco Play-to-Earn (P2E) e NFT

I giochi P2E e gli NFT vanno di pari passo. In effetti, i giochi blockchain potrebbero essere il più grande driver di risorse digitali di tutti. Secondo il rapporto Chainalysis, il Vietnam è al primo posto tra l’adozione di criptovalute di base.

Questo non è un caso. Il Vietnam, in particolare Ho Chi Minh City, è la casa di Sky Mavis, il team dietro Axie Infinity. Questo gioco tattico basato su NFT ha battuto tutti i record di entrate e ha posto le basi per altri giocatori blockchain che devono ancora apparire. Solo in Vietnam, ha trasformato il paese in un hub di criptovalute. Anche molte aree delle Filippine hanno visto un’adozione simile dei giochi blockchain.

Questa tendenza è in linea con gli investimenti del secondo trimestre 2022, in cui i giochi crittografici hanno rappresentato il 59% di tutti i progetti finanziati da VC. Ad agosto, Meta, il re di tutte le cose social, ha integrato la sua funzione NFT di Instagram in 100 paesi. Se esiste una configurazione migliore per un’infrastruttura di risorse digitali, sarebbe difficile trovarne una migliore.

Parlando di infrastruttura, Ethereum è ancora un altro che sta guidando l’intero ecosistema DeFi/NFT. Sebbene dopo l’unione, Ethereum rimarrà lento fino al Surge, ha la sua soluzione di scalabilità di livello 2: Polygon. La sidechain ha già accumulato una gamma impressionante di partner commerciali: DraftKings, YugaLabs, Disney, Stripe, Reddit, Meta e Starbucks.

Zoom indietro per una migliore visualizzazione delle criptovalute

La Fed potrebbe fungere da banca centrale mondiale. I suoi strumenti inondano o drenano liquidità, incidendo sul costo della vita e sul costo degli affari. Tuttavia, questa è solo un’informazione di segnalazione. Le risorse del mondo reale sono pronte per ricominciare a sfornare.

Nel mondo delle criptovalute, queste risorse includono progetti sostenuti da VC senza sosta, integrazione blockchain aziendale e la fusione di piattaforme Web2 e Web3 (Twitter, Reddit, Meta, ecc.). È probabile che anche la regolamentazione accolta negativamente si trasformi in positiva se cancella la nebbia dell’incertezza.

Per questi motivi, chiudiamo il cerchio dell’assioma di Warren Buffett, “timoroso quando gli altri sono avidi e avidi quando gli altri hanno paura”.

Guest post di Shane Neagle da The Tokenist

Shane è un attivo sostenitore del movimento verso la finanza decentralizzata dal 2015. Ha scritto centinaia di articoli relativi agli sviluppi sui titoli digitali: l’integrazione dei titoli finanziari tradizionali e la tecnologia del registro distribuito (DLT). Rimane affascinato dal crescente impatto che la tecnologia ha sull’economia e sulla vita di tutti i giorni.

Scopri di più →

Leave a Comment